Categoria: Artists & Interview

Jeff Koons: tutta la verità su Parigi

Quando si commette un errore, bisogna anche avere la maturità di ammetterlo. Senza vergognarsene ma cercando di sistemare la situazione. Come molte altre testate internazionali, nei giorni scorsi Smart Review ha pubblicato l’articolo della notizia del secco “no” di Parigi alla statua Bouquet of Tulips di Jeff Koons. Per etica professionale, abbiamo scritto una mail all’artista per comprendere meglio la situazione. A rispondere è stata Emmanuelle de Noirmont, che ormai da anni rappresenta Koons, dandoci appuntamento per un’intervista. Ci può spiegare la situazione? Siamo di fronte a una “fake news”? Non parlo di fake news: alcuni giornalisti non sapevano nemmeno la giusta...

Read More

Il mondo resiliente e la forza di rialzarsi. Intervista a Christian Balzano

Christian Balzano (1969) è un artista poliforme, capace di porsi domande a cui riesce a dare risposta in maniera fluida e ricercata. In mostra alla sede di Banca Generali a Milano, fino al 27 aprile, con una rassegna dal titolo “Resilienza“, Balzano abbraccia tematiche diverse, in un connubio di similitudini e contrari che delineano una perfetta rappresentazione della condizione umana. Lo fa rielaborando immagini che sono insite nell’animo di ognuno, memorie inconsapevoli che l’uomo porta appresso sin dal primo vagito e che non abbandona mai, anche se a volte non se ne accorge. La sua interpretazione del toro, per...

Read More

Da “Support” in poi: intervista a Lorenzo Quinn

È passata una manciata di mesi da quando, a Venezia, si potevano ammirare due gigantesche mani che uscivano dall’acqua per abbracciare l’hotel Ca’ Segredo. L’opera, chiamata “Support” dal suo creatore Lorenzo Quinn, è stata una delle installazioni di cui si è più parlato durante la Biennale d’Arte 2017. La maestosità della scultura, che emergeva dalla Laguna per sorreggere il palazzo, era bilanciata dall’estrema dolcezza di un gesto antico quanto il mondo: sorreggere, aiutare, sostenere chi, da solo, può non farcela. E allora si sprecano gli spunti di riflessione, i discorsi filosofici e ogni altra congettura. Resta un gesto, forte...

Read More

Da “Support” in poi: intervista a Lorenzo Quinn (originale in inglese)

È passata una manciata di mesi da quando, a Venezia, si potevano ammirare due gigantesche mani che uscivano dall’acqua per abbracciare l’hotel Ca’ Segredo. L’opera, chiamata “Support” dal suo creatore Lorenzo Quinn, è stata una delle installazioni di cui si è più parlato durante la Biennale 2017. La maestosità della scultura, che emergeva dalla Laguna per sorreggere il palazzo, era bilanciata dall’estrema dolcezza di un gesto antico quanto il mondo: sorreggere, aiutare, sostenere chi, da solo, può non farcela. E allora si sprecano gli spunti di riflessione, i discorsi filosofici e ogni altra congettura. Resta un gesto, forte e...

Read More

Quando l’Inghilterra si è presa tutto (ovvero come gli Young British Artists hanno visto la luce)

Regno Unito, fine degli anni Ottanta. Anni che hanno assistito alle controverse scelte di Margareth Tacher, alle lotte tra Hooligans fuori dagli stadi inglesi e all’omicidio di John Lennon a New York, quasi un esule lontano da casa sulle note non ancora dimenticate di “Imagine”. Sin dagli albori di quel decennio, il popolo britannico percepiva attorno a sé aria di cambiamento, aria in grado di arrivare fino al cervello mischiata alle esalazioni tossiche delle fabbriche e al rumone dei martelli pneumatici. A coprire la cacofonia della working class ci pensavano Duran Duran, Spandau Ballet e Depeche Mode, heroes che...

Read More
  • 1
  • 2