La Galleria d’Arte Moderna dedica un nuovo appuntamento espositivo alla scultura, questa volta attraverso la performance: VIR TEMPORIS ACTI di Marcello Maloberti avrà luogo nelle sale principali della GAM il giorno 13 aprile dalle ore 19 alle ore 20:30.

Vir Temporis Acti

La scultura Vir Temporis Acti (1914) di Adolfo Wildt presente in collezione è stata fonte di ispirazione per la performance realizzata da Maloberti per la prima volta alla Quadriennale di Roma nel 2016 e poi riproposta alla Biennale di Pune in India nel 2017.

Un ragazzo seduto nella sala del Parnaso, come un tableau vivant, ritaglia le immagini dei grandi capolavori statuari neoclassici degli artisti presenti in collezione. Il filo conduttore è la corporeità della scultura e la fisicità̀ metafisica della sua materia. Il lago bianco di fotografie si spande nello spazio a ricreare un nuovo pavimento dove riformare le forme. Il ragazzo, a sua volta scultore, diventa scultura agli occhi del pubblico e solo per l’occasione diviene parte della collezione museale. Un grande collage reso mobile dal calpestio del pubblico che ne trasforma continuamente la composizione. Il dialogo con gli artisti del passato è costante e viene attivato dalla riappropriazione delle immagini di questi lavori, ricevuti, ritagliati e donati.

I frammenti vengono preparati e scelti personalmente dall’artista nei mesi che precedono la performance per poi essere posizionati nella sala. Un lavoro lungo e minuzioso che serve innanzitutto ad approfondire l’opera degli scultori con cui si instaura il dialogo. Ai ritagli già disposti si aggiungono quelli prodotti durante l’azione. La collezione è attivata prima dalle mani del ragazzo, poi da quelle del pubblico che può raccogliere i ritagli come fossero un dono.

(Fonte CS)