Mercoledì 4 aprile 2018 alle ore 21.30 Xing e Marsèll presentano nella sede di Marsèlleria in via Paullo 12/A a Milano, The Goodiepal Equation (prima italiana), film dedicato all’artista delle Isole Faroe Goodiepal, in un appuntamento di anticipazione di Live Arts Week, la cui settima edizione si svolge da mercoledi 18 a sabato 21 aprile 2018 a Bologna. Live Arts Week VII si svolge negli spazi della Ex GAM, la storica Galleria d’Arte Moderna di Bologna, e nel Padiglione Esprit Nouveau, che costituiscono il fulcro di questa nuova Settimana della Performance, insieme a una sempre più ampia compagine di luoghi, organizzazioni e istituzioni di Bologna attive nel campo delle arti contemporanee. Evento unico in Italia dedicato alle live arts, presenta un insieme eterogeneo di performance che ruotano intorno alla presenza e all’esperienza percettiva di corpi, movimenti, suoni e visioni, con un programma-palinsesto di opere dal vivo (performance, ambienti, concerti, expanded cinema, con date uniche, produzioni e anteprime) presentate da personalità di spicco della ricerca contemporanea internazionale.

The Goodiepal Equation è il primo lungometraggio del fondatore di Fonal Records, il musicista e artista Sami Sänpäkkilä. Il film, presentato in prima mondiale all’Helsinki International Film Festival nel 2017, racconta le gesta di Goodiepal. Autoproclamatosi ‘l’uomo per il nuovo millennio’ Goodiepal è artista e teorico, hacker, uomo del Rinascimento e futurista, filantropo e drop-out, attivista e collezionista. Un master-trickster che esplora i confini delle regole sociali e che continua a macinare migliaia di chilometri a bordo della sua bicicletta autocostruita con cui alimenta anche l’energia elettrica necessaria per i suoi show.
Dichiara il regista Sami Sänpäkkilä: “Il film documentario The Goodiepal Equation racconta una piccola parte della personalità e del mistero di Goodiepal. Ci mostra il suo protagonista sia come un artista radicale che come un amico leale. Goodiepal esplora i confini delle regole sociali. Rompe le definizioni dell’arte attraverso le sue dichiarazioni e azioni. Goodiepal è per natura impenetrabile, ma coerente. Goodiepal stesso è parte integrante delle sue teorie. Infatti, l’equazione Goodiepal recita quanto segue: Quanto più lontano un messaggio riesce a viaggiare nel tempo e nello spazio, tanto più il suo contenuto avrà valore. Si potrebbe pensare quindi che questo documentario sia stato girato nell’improbabile ipotesi che Goodiepal possa un giorno diventare un artista e teorico famoso. Ma tutto questo non succederà mai, se non altro perché sarà impedito dalla personalità di Goodiepal.”

La colonna sonora originale di The Goodiepal Equation, raccolta in 4 vinili, è stata appena pubblicata. Fonal records ha solo 50 copie in vendita. Esaurite queste, le rimanenti saranno scambiate solo con altri dischi da indirizzare a Goodiepal presso la Galleria d’Arte Nazionale della Danimarca.
“Sto invecchiando e ho bisogno di nuova musica, si, ho bisogno di ascoltare nuova musica – quindi le mie copie le dò solo in cambio di altre! Siamo in affari, siate creativi!”

Goodiepal è tra i protagonisti di Live Arts Week, appuntamento ideato e realizzato da Xing. L’artista danese occupa il Padiglione Esprit Nouveau di Le Corbusier, per materializzarsi in un museo vivente, una cripta magica dove svelare trucchi e segreti della sound art più esoterica tra concerti live e altre azioni quotidiane (The crypt of the fading composer). Figura eccentrica che ha sotterraneamente infestato il mondo della musica underground europea degli ultimi anni, Goodiepal ha presentato una mostra allo SMK, la Galleria d’Arte Nazionale della Danimarca dove ha esposto tutti i suoi beni materiali e nel 2016, stanco di girare da solo, ha formato una band, i Goodiepal & Pals, che è anche un’organizzazione per rifugiati travestita da Contemporary-Tek-Rock-Band.

(F:CS)