Sono stati annunciati a Miart 2018, tra le 184 gallerie e le 7 sezioni, i vincitori dei premi Fidenza Village per Generations, Herno, LCA per Emergent e On Demand by Snaporazverein.

Lo stand della sezione Generations che si è aggiudicato la seconda edizione del Premio Fidenza Village per Generations a Miart 2018 è quello composto dalla coppia di artiste Lisetta Carmi e Birgit Megerle, presentate rispettivamente dalla galleria Martini & Ronchetti, Genova, e dalla Galerie Emanuel Layr, Vienna – Roma. La giuria internazionale composta da Gabriella Belli (Direttrice, Fondazione Musei Civici di Venezia), Pedro Gadanho (Direttore, MAAT | Museum of Art, Architecture and Technology, Lisbona) e Hou Hanru (Direttore Artistico, MAXXI | Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, Roma) ha per prima cosa apprezzato la diversità e la qualità di tutti i dialoghi presenti nella sezione Generations. Nel premiare il dialogo tra Lisetta Carmi e Birgit Megerle la giuria desidera riconoscere la spontaneità della relazione stabilita tra i lavori di due artiste appartenenti a due generazioni distanti tra loro, ma vicine nello spirito e nello sguardo verso la società e le tematiche legate all’identità. Il nuovo Premio Fidenza Village per Generations è realizzato in collaborazione con Value Retail ed è destinato al miglior stand della sezione Generations, quindi al miglior dialogo stabilito da due gallerie tra le opere di due artisti appartenenti a generazioni diverse tra loro, dimostrando come il passato e il presente siano rilevanti l’uno per l’altro.

miart 2018

Miart 2018 | Jocelyn Wolff – Herno

La giuria internazionale del Premio Herno – composta da Michael Darling, James W. Alsdorf (Chief Curator, Museum of Contemporary Art, Chicago), Mats Stjernstedt (Direttore, Malmö Konsthall, Malmö) e Nina Zimmer (Direttrice, Kunstmuseum Bern e Zentrum Paul Klee, Berna) – ha annunciato il nome della galleria vincitrice della quarta edizione del premio, destinato allo stand con il miglior progetto espositivo, pensato, allestito e curato in tutti i dettagli come una mostra e capace di coniugare elevate componenti di ricerca, qualità e accuratezza del disegno allestitivo. La giuria è stata piacevolmente sorpresa dalla qualità degli stand di Miart 2018. È stato così deciso di assegnare il premio Herno alla galleria Jocelyn Wolff per l’impeccabile presentazione del lavoro di William Anastasi. Inoltre la relazione tra l’installazione del 1970 e i due artefatti bidimensionale risulta quanto mai dinamica, ponderata e poetica.

miart 2018

Miart 2018 | Sophie Tappenier – Emergent

La galleria Sophie Tappenier – con sede a Vienna – si aggiudica quest’anno il Premio LCA per Emergent,  destinato alla galleria della sezione Emergent più meritevole per la promozione di giovani artisti, attribuito oggi all’interno di Miart 2018. La giuria internazionale, composta da Valérie Knoll (Direttrice, Kunsthalle Bern, Berna), Roberta Tenconi (Curatrice, Pirelli HangarBicocca, Milano) e Lydia Yee (Capo Curatrice, Whitechapel Gallery, Londra) ha motivato così la scelta all’unanimità: “È stata una decisione difficile, poichè tutti gli stand sono di ottimo livello” afferma la giuria “ma abbiamo decisio di assegnare il premio LCA per Emergent all’ambizioso progetto presentato dalla galleria Sophie Tappeiner, che presenta un solo show dell’artista Angelika Loderer. Lo stand è una precisa e sfidante selezione di opere specificatamente concepite per miart 2018”.

miart 2018

Miart 2018 | Tyburn Gallery – On Demand

Infine Snaporazverain è felice di sostenere Miart 2018 attraverso il Premio On Demand, sezione della fiera curata da Oda Albera, una nuova produzione di Admire Kamudzengerere presentata dalla Tyburn Gallery di Londra. La giuria internazionale presieduta da Federica Maria Bianchi e composta da Ben Borthwick (Direttore Artistico, Plymouth Arts Centre, Plymouth), Marta Gili (Direttrice, Jeu de Paume, Parigi) e da Zoë Gray (Capo Curatrice, WIELS, Centro di Arte Contemporanea, Bruxelles) è rimasta colpita dalla capacità di Admire Kamudzengerere di trasporre complessi sistemi economici, politici e simbolici in un ricco linguaggio materiale. Il premio andrà a sostenere il progetto dell’artista in un momento cruciale della sua carriera e per questa ragione la giuria è certa che la sua assegnazione avrà un impatto significativo sul percorso artistico di Admire Kamudzengerere. Il premio consiste nel sostegno economico per un progetto futuro dell’artista premiato: in questo modo Miart, diventa co-produttore di iniziative artistiche che fuoriescono dall’ambito della fiera sia in termini spaziali che temporali.