La Fondazione Culturale Noli presenta la terza edizione del festival di arte contemporanea Dialoghi d’Arte, che vede l’8-9-10 giugno 2018 scrittori, sociologi, filosofi, antropologi, critici d’arte, curatori ed artisti, a confronto sui temi dell’arte contemporanea e della sua fruizione.

Il borgo ligure di Noli, simbolo di antiche tradizione locali, diventa in quei giorni centro di cultura e dibattito sul contemporaneo attraverso conversazioni, installazioni e differenti tipi di testimonianze artistiche che si avvicenderanno lungo le tre giornate.
L’obiettivo è quello di creare un momento di dialogo, confronto e ricerca sullo spettatore dell’arte visiva dei nostri giorni, dedicato a ripensare il ruolo del pubblico dell’arte contemporanea e il suo percorso di fruizione.
Per questo la Direttrice Gloria Bovio, insieme al comitato scientifico del festival, ha definito un programma di Dialoghi d’Arte a cui sono state invitate a partecipare personalità italiane ed internazionali significativamente coinvolte con l’arte contemporanea. Come è nella sua tradizione il festival promuove il confronto tra diverse discipline: la filosofia con Tiziana Andina e Borbis Groys; l’antropologia con Ivan Bargna; la sociologia con Carlo BordoniDerrick de Kerckhove; la storia dell’arte e il mondo delle istituzioni artistiche con Philip Cave e Cecilia Guida; fino ad arrivare ai curatori Giovanna Amadasi e Carlo Antonelli.

Un programma arricchito e integrato da installazioni che animeranno il borgo di Noli. Tre
le artiste protagoniste del Festival: Marina Ballo Charmet, Marta Dell’Angelo, Giulia MarchiMarina Ballo Charmet, attraverso fotografia e video analizza il quotidiano, caratterizzato da una visione fluttuante e periferica. Marta Dell’Angelo utilizzando diversi linguaggi visivi dalla pittura all’installazione al video, dal disegno alla performance, studia il corpo umano compiendo una ricerca antropologica ed esistenziale. Giulia Marchi applica ai suoi lavori un approccio letterario e concettuale, con un costante richiamo al testo, punto di partenza e chiave di lettura per i suoi lavori.
Durante il Festival inoltre si terrà un Summer Art Course rivolto agli studenti delle Accademie, agli artisti e in generale ai giovani, cui prenderanno parte le tre artiste, i relatori dei Dialoghi e che sarà diretto da un artista protagonista della scena dell’arte contemporanea.
Il Festival è realizzato in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e
Paesaggistici della Liguria.

(Fonte: Comunicato Stampa)