Nell’ambito del palinsesto culturale Novecento Italiano il Comune di Milano – Cultura e la Soprintendenza del Castello Sforzesco presentano fino al 1° luglio 2018 i capolavori della grafica italiana del Novecento conservati nelle raccolte civiche e nelle collezioni di Intesa Sanpaolo. La mostra, dal titolo “Novecento di carta,” è dedicata al mondo della carta espone opere di 100 artisti: disegni, incisioni e libri d’artista dei più celebri maestri dei secoli scorsi.

La carta negli ultimi anni è tornata al centro del dibattito artistico con i disegni le bozze e le opere su carte in mostre site specific o fiere. La mostra offre ai visitatori la possibilità di conoscere i capolavori della grafica italiana del Novecento conservati nelle raccolte civiche e nelle collezioni di Intesa Sanpaolo con disegni, incisioni e libri d’artista dei più celebri maestri del secolo scorso. Un’occasione per mostrare al pubblico internazionale del Castello una selezione di lavori provenienti da un patrimonio straordinario, unico per qualità e varietà, e solitamente non visibile per ragioni conservative. Oltre 200 esemplari grafici tra disegni, incisioni, stampe, libri d’artista, carte dipinte saranno esposti nel luogo che per primo ha ospitato le istituzioni d’arte cittadine.

novecento-di-carta

Giorgio Morandi, Grande natura morta con lampada a destra, 1928, Acquaforte, 321×459 mm, Civica Raccolta delle Stampe “A. Bertarelli”, Milano

Novecento di carta offre tanto ai suoi visitatori nella suggestiva cornice del castello con una galleria di lavori di pittori, scultori e incisori italiani. Un viaggio attraverso a storia dell’arte con grandi nomi a sostegno: da Alberto Martini a Carlo Carrà, Umberto Boccioni, Amedeo Modigliani, Mario Sironi, Giorgio De Chirico, Giorgio Morandi, Luigi Bartolini, Lucio Fontana, Giuseppe Capogrossi, Marino Marini, Fausto Melotti, Renato Guttuso, Alberto Burri, Enrico Baj, Federica Galli, Michelangelo Pistoletto, Alighiero Boetti e, allestita secondo una scansione cronologica per raccontare artisti e tendenze che hanno attraversato il secolo breve. Alle opere provenienti dalle collezioni del Gabinetto dei Disegni, della Civica Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli”, della Biblioteca d’Arte, della Galleria d’Arte Moderna, delle Civiche Raccolte Storiche, del Museo del Novecento, del Casva si aggiungono oltre quaranta esemplari delle collezioni di Intesa Sanpaolo. La mostra meneghina con il suo progetto offre delle opportunità in più, con la segreteria organizzativa di un gruppo di studenti dell’Università Cattolica – corso di laurea in Scienze dei Beni culturali – e con il coordinamento della Raccolta delle Stampe “Achille Bertarelli”, coinvolge maestri incisori e giovani artisti attivi sul territorio cittadino, con l’intento di avvicinare il pubblico della città alle tecniche della stampa d’arte, del disegno, del libro d’artista e al mondo dell’illustrazione e del fumetto. In occasione della mostra la Soprintendenza Castello, in collaborazione con l’Area Biblioteche, organizza anche la Milano Graphic Art, cioè due giorni di eventi dedicati alla grafica d’arte tra esposizioni, dimostrazioni, laboratori didattici, incontri, oltre alle visite guidate presso stamperie e studi d’artista.

(Ha collaborato Lucia Antista)